Le differenze tra Italia e Polonia

Ciao, ti aspettavamo in questa sessione del nostro sito per poter soddisfare la tua gradita curiosita’ in merito alle differenze fiscali tra Italia e Polonia

Tra le mille domande che avrai di sicuro da porci, ci saranno le seguenti:

Ma quali sono dunque le differenze fiscali tra Italia e Polonia? Perche’ mi dovrebbe convenire cosi’ tanto?

Per iniziare cercheremo di riassumerti il tutto in una tabella comprensibile a chiunque!…poi troverai una spiegazione piu’ approfondita e professionale.

 

Altri vantaggi in Polonia:

  • NO anticipo iva
  • NO gestione separata inps
  • Corporate tax 19% (con possibilità di esenzione per 5 anni se si investe nelle aree ZES)
  • NO irpef
  • NO irap
  • Iva al 23% (con transazioni nella UE ad Iva 0%)
  • Detrazioni fiscali fino al 55%
  • Ammortamento costi fino al 100%

Ma se volessi spostare solo la ragione sociale saro’ soggetto alla doppia imposizione fiscale?…

Qualora la tua permanenza in Polonia non dovesse ranggiungere i 184 giorni l’anno saresti soggetto alla doppia imposizione fiscale sui tuoi dividendi, la tassazione sara’ pari al 20% dei tuoi utili di cui il 10% dovra’ essere saldato al fisco polacco ed il restante 10% al fisco italiano.

…quindi PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!